RSS

>Disabile maltrattato – Il caso Eurostar

30 Dic

>Appena letto la storia di un “cliente” maltrattato mi domando:

Quanto avrà giovato alla Società di servizi di trasporto un episodio ( diciamo uno ma dai commenti dell’articolo sembra una cosa non isolata)come quello dell’articolo?

Nei corsi di “addestramento” per controllori e copotreno non danno le nozioni- almeno le nozioni base non dico corsi avanzati- di “Immagine aziendale”?

Voglio essere cinico e mi limito ad analizzare il danno dal punto di vista aziendale e non umano – perchè significherebbe esprimere tutto il disprezzo per uomini che non hanno un minimo di personalità da capire cosa è buon senso e cosa è demenza-

L’azienda – per quando nella legalità della procedura di chiedere il biglietto- cosa riceve da un’ azione simile?

Se i “gentiluomini” di servizio avessero capito il “valore” di un gesto “aziendale” avrebbero sicuramente agito in maniera indolore…

Ma la scarsa preparazione delle “risorse umane” e di gestione del capitale umano – una forte propenzione a seguire con fermezza le regole non è l’unica dote che bisognerebbe chiedere ad un dipendente aziendale- può generare criticità per l’azienda.

Se l’azienda coglie il danno subito potrebbe essere in grado di rimediare “L’umiliazione” subita e proverò a suggeririre alcune “mosse”:

Richiamare all’appello i due dipendenti , copotreno e controllor(a), far chiedere pubblicamente e privatamente scusa al disabile.

Provvedere a migliorare i servizi per i disabili e renderlo noto tramite pubblicazioni stampa.

Inserire nel piano formativo aziendale corsi di preparazione per “l’immagine aziendale”

Dare un buono omaggio per un anno al disabile per i viaggi Eurostar e aprire un servizio che possa garantire la stessa possibilità a chiunque subisca- su testimonianza- danni simili dal personale di servizio e che sia reso pubblico il fatto.

Quello che non garantisco da queste mosse è la pulizia totale di “un’immagine” ormai segnata da un espisodio (prendiamo per buono che sia uno solo ) deprorevole

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 30 dicembre 2009 in comunicazione, eurostar, marketing

 

Una risposta a “>Disabile maltrattato – Il caso Eurostar

  1. Anonymous

    30 dicembre 2009 at 3:33 pm

    >Ilcomportaqmento demenziale dei due dipendenti delle ferrovie è paradossalmente (visti i danni d'immagine)la migliore punizione per una dirigenza volta solamente al profitto anche personale.Una società che fosse minimaente civile avrebbe risolto il problema alla radice estendendo ai disabili i privilegi dei propri dipendenti di ogni ordine e grado.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: